Fiumefreddo Bruzio - Space Adventure

Vai ai contenuti


FIUMEFREDDO BRUZIO
________
IL BORGO DI FIUMEFREDDO BRUZIO
Il Borgo si trova lungo la costa Tirrenica, a picco sul mare a soli 200mt di altitudine, abbracciato alle spalle da un semicerchio di monti verde brillante. Conserva le caratteristiche di paese fortificato, con parti delle sue mura di cinta e la sua “Porta Merlata”, varco obbligato per accedere al Borgo. Quasi inalterata la sua struttura architettonica caratterizzata dal suo Castello, da imponenti Palazzi nobiliari e Residenze storiche, giardini antichi nascosti nei chiostri. Vie e vicoli a ciottoli dai suggestivi scorci, portano sulle bellissime terrazze panoramiche a picco sul mare dove lo sguardo spazia dalla Sicilia alle Eolie, dalla costa calabra fino ai monti del Cilento. Possiamo definirlo un “Borgo Museo all’aperto”; ed è proprio questo a renderlo uno dei centri storici più belli della Calabria, se non dell’intero Meridione.
Mille anni raccontati dalla “pietra” fino all’arte contemporanea e dirompente dell’artista Salvatore Fiume. L’artista arrivato negli anni ’70 qui dimorò testimoniando tutto il suo amore per il luogo donando diverse opere: alcuni dipinti(murales) in una delle Chiese ed al Castello e delle statue bronzee.
E’ inserito nel club de “I Borghi più Belli d’Italia” dal 2005
ed  eletto “Sesto borgo più Bello d’Italia 2017.
Il territorio offre un notevole patrimonio naturalistico, in un area di circa 35kmq.Si parte da 0m fino a 1,541m con la sua cima più alta, diversi sono i percorsi trekking, torrentismo con gradi di difficoltà diversi. Esplorando la natura incontaminata si possono comunque osservare tracce di una storia antica: grotte eremitiche, torri d’avvistamento e tracce di quella ruralità perduta che oggi stiamo riscoprendo.
La morfologia del territorio che degrada ripidamente verso il mare, facilita una combinazione di elementi tali, da permettere in alcune aree lo svilupparsi di un “micro-clima”, ideale per la sopravvivenza di alcune specie sia di flora che di fauna  di questi territori.
Oltre ai monti il mare con la sua lunga spiaggia (in gran parte libera) dove la sabbia all’inizio dolce e sottile ti accompagna verso una battigia di ciottoli e pietre levigate. L’acqua limpida e cristallina sprofonda quasi subito in un fondale di intenso blu.

La tradizione gastronomica fiumefreddese potrebbe essere definita “dieta mediterranea” ma non mancano le specialità locali che possono essere gustate solo in loco. Le “grispeddre”, le polpette di melanzane o di alici, “l’uovu e frisuraglia” e “a cecamugliera” sono esempi di piatti semplici e genuini che oggi tornano ad essere apprezzati.
Uno dei piatti unici è “La Filiciata”, formaggio fresco adagiato su foglie di felce.
Ma, la regina indiscussa delle tavole fiumefreddesi è la “Frittata di Patate”:
Si presenta come una sorta di torta di patate croccante, cucinata senza uova si prepara tagliando finemente le patate e aggiungendo spezie, lungo e particolare è il processo di cottura.                     

La tradizione artigiana è ricca ed importante: dai ricami antichi alla lavorazione d’argilla, dalla musica popolare ai ceramisti e pittori.
Qui si respira la Bellezza ad ogni angolo: nella natura, nei panorami, nell’arte e nella storia, nei suoi vicoli fatti di voci e gente sincera.



Alessandra Porto
Accompagnatore Turistico
Incoming specialist


   

credits Gianluca Bernardi - Fiumefreddo Bruzio (CS) - Uno dei borghi più belli d'Italia


info@space-adventure.it
Torna ai contenuti