Donne fra le Stelle - Space Adventure

Vai ai contenuti




Primo Simposio scientifico sulle scienze Spaziali
"DONNE FRA LE STELLE"
Il ruolo delle donne nella ricerca scientifica spaziale
Fiumefreddo Bruzio
25-26-27 Giugno 2021
________

Al simposio parteciperanno come relatrici le seguenti ricercatrici e scienziate:


Dott.ssa Annamaria Nassisi
manager Space Economy per Osservazione della Terra, Esplorazione e navigazione in Thales Alenia Space Italia.
(in presenza)

Dott.ssa Amalia Ercoli Finzi
accademica, scienziata e ingegnere aerospaziale al Politecnico di Milano
(in video conferenza da Milano)

Dott.ssa Carolyn Porco
scienziata planetaria Università della California Berkeley (Capo Image team della missione Cassini su Saturno)
(in video conferenza dagli USA)

Dott.ssa Sandra Savaglio
Prof.ssa di Astrofisica Unical e Assessore alla ricerca scientifica Regione Calabria.
(in presenza)

Dott.ssa Samantha Cristoforetti
astronauta Agenzia Spaziale Europea
(video messaggio registrato)

Dott.ssa Marica Branchesi
Pres. del Consiglio scientifico dell’Isti. Naz. di Astrofisica
(in presenza)

Dott.ssa Paola Santini
astrofisico INAF
(in presenza)

Dott.ssa Valentina Vladimirovna Tereskova
cosmonauta e Politica Russa (prima donna nello spazio)
(in presenza)

Riccardo Mei
Moderatore e conduttore dell’evento

_____________________________ANNAMARIA NASSINI_____________________________

Annamaria è esperta riconosciuta di GMES (ora Copernicus), Security e SSA ed è autrice di numerosi articoli e presentazioni scientifici e tecnici. Annamaria, inoltre, ha ricoperto il ruolo di Membro dello Steering Group Italiano GMES, Presidente del Gruppo di Gestione Industriale per la Sicurezza per la Sorveglianza di Aree Tematiche, Membro delle Associazioni Spaziali (EARSC, EUROSPACE, AIT), Membro della Security Community di Finmeccanica, Presidente della Sicurezza Area Tematica Piattaforma Spaziale Italiana (SPIN-IT), Membro Piattaforma Sicurezza Nazionale (SERIT), Interfaccia TAS Italia con ASI per le questioni “Sicurezza” e Responsabile Export all'interno dell'Associazione Difesa (AIAD), Consulente Esperto Forum Nazionale Utenti e mentore di giovani con Laurea Magistrale in Scienze Politiche, Economiche e Giuridiche con l'obiettivo di introdurli nel mondo spaziale space
Posizione attuale in Thales Alenia Space: Responsabile del marketing strategico per l'osservazione, l'esplorazione e la navigazione.




____________________________AMALIA ERCOLI FINZI____________________________

Amalia Ercoli-Finzi (Gallarate, 20 aprile 1937) è un'accademica, ingegnere aerospaziale e ricercatrice italiana.
È una delle persone di massima esperienza internazionale nel campo dell'ingegneria aerospaziale, consulente scientifico della NASA, dell'ASI e dell'ESA, già Principal Investigator responsabile dello strumento SD2 sulla sonda spaziale Rosetta.
È stata la prima donna in Italia a laurearsi in ingegneria aeronautica,con votazione 110 e lode, presso il Politecnico di Milano, dove è stata poi docente di meccanica orbitale fino alla pensione.




_______________________________CAROLYN PORCO_______________________________

Carolyn Porco è il leader del team di scienze dell'immagine sullamissione Cassini in orbita attorno a Saturno dal 2004 al 2017, un esperto scienziato di imaging dellamissione Voyager nel sistema solare esterno negli anni '80 e membro associato dellamissione New Horizons per Plutone e la fascia di Kuiper. Carolyn è co-autrice di oltre 125 articoli scientifici su una varietà di argomenti di astronomia e scienze planetarie ed è diventata un commentatore pubblico regolare di scienza, astronomia, esplorazione planetaria e intersezione tra scienza e religione. I suoi scritti di divulgazione scientifica sono apparsi in pubblicazioni illustri come il London Times Domenica, The New York Times, il Wall Street Journal, il Guardian, Astronomiamagazine, i siti web della PBS e della BBC, l' Arizona Daily Star, Sky and Telescope, Scientific American e American Scientist.
La ricerca di Carolyn negli ultimi 40 anni ha spaziato dal sistema solare esterno al mezzo interstellare. Prima dell'arrivo di Cassini su Saturno nel 2004, la sua ricerca si è concentrata sugli anelli planetari che circondano i pianeti giganti e sulle interazioni tra gli anelli e le lune orbitanti. In particolare a lei si deve la scoperta di uno degli archi dell'anello di Nettuno; per chiarire il comportamento degli anelli non assialsimmetrici e dei bordi degli anelli negli anelli di Saturno, Urano e Nettuno; e lavorando con Mark Marley (ora al NASA Ames Research Center) nel prevedere nel 1993 che l'occultazione acustica all'interno del corpo di Saturno potrebbe produrre caratteristiche ondulatorie specifiche negli anelli di Saturno. Questa previsione è stata verificata 20 anni dopo utilizzando le osservazioni dell'occultazione di Cassini,
Carolyn è stata anche responsabile della guida del team di imaging di Cassini in una serie di scoperte seminali su Giove e il suo anello durante il sorvolo di Cassini su quel pianeta nel 2000/2001, e su Saturno e i suoi anelli e lune dall'arrivo della navicella spaziale nel 2004.
Negli ultimi dieci anni, Carolyn ha rivolto la sua attenzione principalmente allo studio di Encelado , la piccola luna di Saturno la cui regione polare sud è stata trovata, nelle immagini scattate dal suo team Cassini, essere il sito di oltre 100 alti geyser di particelle ghiacciate che eruttano da quattro fratture distinte e profonde che attraversano la regione. Questa e molte altre scoperte di Cassini indicano un oceano globale longevo, sotto la superficie, salato e ricco di sostanze organiche, più spesso sotto il terreno polare meridionale che altrove, come fonte dei geyser, rendendo Encelado la sede della zona abitabile extraterrestre più accessibile nel sistema solare.
Carolyn continua ad essere attiva nella presentazione della scienza al pubblico come leader del Cassini Imaging Team. È la creatrice/editor del sito Web CICLOPS del team in cui sono pubblicate le immagini di Cassini e scrive saluti al pubblico sulla homepage del sito "Captain's Log". Carolyn è una popolare conferenziera e parla spesso della missione Cassini e dell'esplorazione planetaria in generale. Ha presentato a rinomate conferenze interdisciplinari come TED (2009, 2007) e PopTech (2006, 2005). Ha inoltre appare spesso nei media; a partire dal 2016, è un host StarTalk All Stars. Carolyn è l'amministratore delegato e presidente di Diamond Sky Productions, LLC .
Per il film del 1997 Contact, basato sul romanzo del collega astronomo Carl Sagan, Carolyn è stata consulente del personaggio principale, Ellie Arroway . Nel 2008, è stata invitata da JJ Abrams, il regista/produttore dell'uscita del 2009, Star Trek, a unirsi alla troupe di produzione del film come consulente per le immagini planetarie. Carolyn era responsabile della proposta di onorare il famoso geologo planetario Eugene Shoemaker inviando una parte delle sue creme sulla luna a bordo della navicella spaziale Lunar Prospector. Concepì anche l' epitaffio , inciso su una sottile lamina di ottone, che accompagnava le ceneri alla luna.
Carolyn ha svolto ruoli strumentali nello scatto di tre iconiche fotografie del pianeta Terra dal sistema solare esterno. Ha partecipato, insieme a Carl Sagan, alla pianificazione e all'esecuzione del "Ritratto dei pianeti" del 1990 scattato con la navicella spaziale Voyager 1, che includeva la famosa immagine Pale Blue Dot della Terra. Successivamente con Cassini, lei e il suo team hanno scattato una delle immagini più amate di Cassini di Saturno e dei suoi anelli durante l'eclissi solare del pianeta, con la Terra visibile in lontananza. Ed è la creatrice di The Day The Earth Smiled , un evento che ha avuto luogo il 19 luglio 2013, quando Cassini ha nuovamente puntato verso il sole per immaginare Saturno, i suoi anelli e la Terra. Questa volta, però, una foto a lunga distanza della Terraè stata presa con la piena conoscenza del pubblico, che è stato invitato a prendere parte a una giornata di riflessione e celebrazione del posto dell'umanità nel cosmo. L'evento è stato apprezzato da persone di tutto il mondo .
Carolyn ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti per i suoi contributi alla scienza e alla sfera pubblica. È l'omonimo di Asteroid (7231) Porco, che è stato chiamato per onorare il suo lavoro nella scienza planetaria. Nel 1999, è stata selezionata dal London Sunday Times come uno dei 18 leader scientifici del 21° secolo e dall'Industrial Week come una delle "50 stelle da tenere d'occhio". Nel 2009, New Statesman l'ha nominata una delle "50 persone che contano oggi". Nel 2010 è stata insignita della Medaglia Carl Sagan, presentata dall'American Astronomical Society for Excellence in the Communication of Science to the Public. E nel 2012 è stata nominata una delle 25 persone più influenti nello spazio da TIMErivista. Dal 2015, Carolyn è stata visiting distintaly scholar presso l'Università della California a Berkeley e, dal 2017, membro della California Academy of Sciences.




______________________________SANDRA SAVAGLIO______________________________

Cresciuta nel borgo di Marano Marchesato, in provincia di Cosenza, dopo la laurea con lode in Fisica nel 1991 presso l'Università della Calabria, il dottorato, sempre nella medesima università, e un breve periodo di post-doc in Francia, Savaglio lavorò alla Johns Hopkins University di Baltimora dal settembre 2001 al febbraio 2006 come docente e collaboratrice di Karl Glazebrook, oltre che collaborando con lo Space Telescope Science Institute. In quel periodo apparve sulla copertina della rivista Time, come simbolo dei molti scienziati europei che si trasferivano negli Stati Uniti. Si è poi trasferita in Germania all'Istituto Max Planck di fisica extraterrestre, dove creò la base dati SQL per i Gamma-Ray Burst Host Studies (GHostS), il principale database sulle galassie emettenti lampi di raggi gamma. Savaglio è stata attiva nel progetto "Gemini Deep Deep Survey" che raccolse dati sulla metallicità delle galassie primigenie, sull'evoluzione delle galassie sferiche e perché molte di esse sembrino antiche. Nel 2014 è tornata in Calabria, dove è professoressa di astrofisica all'Università della Calabria.[2]. Oltre all'attività accademica, è impegnata nella promozione della scienza e delle donne nella scienza.[3]
Il 20 febbraio 2020 viene nominata assessore regionale, con delega all'Università, Ricerca Scientifica ed Istruzione, della Regione Calabria.




_____________________________MARICA BRANCHESI_____________________________

Marica Branchesi è Professore Associato presso il Gran Sasso Science Institute. È membro della Virgo Collaboration, dove funge da collegamento per coordinare il programma di follow-up elettromagnetico delle collaborazioni LIGO e Virgo per inviare avvisi di onde gravitazionali a bassa latenza. È presidente della commissione di Astrofisica delle Onde Gravitazionali dell'International Astronomical Union e membro del Comitato Internazionale delle Onde Gravitazionali. Il suo interesse scientifico risiede nella (astro)fisica che regola l'emissione, la formazione e l'evoluzione dei buchi neri e delle stelle di neutroni. La sua attività di ricerca è finalizzata allo sviluppo dell'astronomia multi-messaggero, che utilizza osservazioni elettromagnetiche e di onde gravitazionali per sondare i fenomeni transitori più energetici nel cielo.




_______________________________PAOLA SANTINI_______________________________

Paola Santini si laurea in Fisica nel 2005 all'Università di Roma “La Sapienza”. ... Dal 2009 svolge attività di ricerca presso l'Osservatorio Astronomico di Roma, dove tuttora si occupa di evoluzione delle galassie. Nel 2010 è visiting scientist presso il Max Planck Institute for Extraterrestrial Physics in Germania.




___________________________VALENTINA TEREšKOVA___________________________

il 16 giugno del 1963 il “gabbiano” prese il volo a bordo della navicella Vostok-6: per la prima volta una donna viaggiava nello spazio. La sovietica Valentina Tereškova - gabbiano era il nomignolo che si era scelta per i collegamenti via radio - rimase in orbita tre giorni, facendo 49 volte il giro della Terra per poi atterrare appesa al suo paracadute nelle vicinanze di Novosibirsk e segnare un record storico oltre che un ennesimo punto a favore dell’Unione Sovietica nella guerra (e nella propaganda) extra terrestre ingaggiata con gli Stati Uniti.




_______________________________RICCARDO MEI_______________________________

Riccardo Mei, attore e cantante, è ormai da venti anni la voce per eccellenza della televisione italiana: ci spiega le frontiere della scienza su Superquark, ci porta a vedere il mondo con Alle falde del Kilimangiaro, ci illustra i documentari estremi della serie Tabù di National Geographic, in onda su Sky, ci racconta i misteri della scienza in Voyager. E’ la voce caratteristica ed espressiva che interpreta i racconti dei grandi autori della letteratura mondiale nelle Short Stories per il gruppo Repubblica-L’Espresso e voce narrante di numerosi audiolibri per Audible.
Mei inizia la sua carriera come cantante di jazz: nel 1989 è uscito il suo primo disco “My funny Valentine”, con Roberto Gatto Amedeo Tommasi e Marco Fratini, e da allora ha cantato con i migliori musicisti e orchestre. Come attore, le sue interpretazioni in video di cronache medioevali nel programma “Castelli d’Italia” sono state viste in tutto il mondo su RAI International. Come cantante e autore, ha scritto vari spettacoli musicali nei quali ha unito al repertorio jazzistico l’interpretazione di brani letterari e poetici. Proprio su questa falsariga ha scritto e allestito anche il suo ultimo spettacolo teatrale multimediale “QUELLI CHE CERCANO: INTO THE WILD WORLD”, avventuroso viaggio musicale e letterario nei territori selvaggi dell’animo umano.







PATROCINIO:



info@space-adventure.it
Torna ai contenuti